“CAMBIAMENTI CLIMATICI. PASSATO, PRESENTE E FUTURO”: IL WEBINAR ORGANIZZATO DALL’AMBASCIATA D’ITALIA



LISBONA - Domani, giovedì 18 marzo, alle ore 18.30 locali (le 19.30 italiane) si terrà da Lisbona il webinarCambiamenti climatici. Passato, presente e futuro”, organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Portogallo e dall’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, in collaborazione con CNR-IIA, Centro Nazionale delle Ricerche - Istituto sull'Inquinamento Atmosferico, Universidade de Évora, ICT-Instituto de Ciências da Terra e ERSLab-Earth Remote Sensing Laboratory, ISAC - Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del CNR; Hipácia - Associazione Ricercatori Italiani in Portogallo e Deltaquadro, promozione scientifica. Il webinar, tenuto da Antonello Pasini, fisico climatologo del CNR e docente di Fisica del Clima presso l’Università Roma Tre, e da Daniele Bortoli, fisico dell'atmosfera e docente presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Évora, avrà luogo in modalità online tramite piattaforma Zoom con traduzione simultanea in portoghese e con registrazione a questo link. L’incontro sarà trasmesso in diretta anche sulla pagina Facebook dell’Istituto Italiano di Cultura. Dopo i saluti dell’ambasciatore Carlo Formosa, i professori Bortoli e Pasini daranno inizio al webinar in cui si presenteranno le osservazioni ottenute da varie piattaforme sia sulla superficie terrestre che satellitari e verranno descritti i modelli in grado di ricostruire l'andamento del clima della Terra nel recente passato per comprendere le cause dei suoi cambiamenti, analizzando gli impatti sempre crescenti del riscaldamento globale sui territori, gli ecosistemi e l'uomo. Antonello Pasini è fisico climatologo del CNR e docente di Fisica del clima presso l’Università Roma Tre. Si occupa in particolare di elaborare e applicare modelli matematici nell’ambito dello studio del clima, con lo scopo principale di individuare le cause dei cambiamenti climatici a scala globale e regionale, e per studiare gli impatti a scala regionale e locale. È autore di numerosi articoli su riviste internazionali e curatore di un libro specialistico. Ma ha pubblicato anche vari libri divulgativi, gli ultimi dei quali sono Effetto serra, effetto guerra. Clima, conflitti, migrazioni: l’Italia in prima linea (2a ed. 2020), ed. Chiarelettere (scritto con G. Mastrojeni), che tratta degli influssi dei cambiamenti climatici sui fenomeni migratori, e L’equazione dei disastri: cambiamenti climatici su territori fragili, ed. Codice, sugli impatti dei cambiamenti meteo-climatici sugli eventi estremi in Italia. È autore del primo blog italiano sul clima, Il Kyoto fisso, pubblicato dal 2007 al 2012 su Il Sole 24 ore e ora (dal 2012) pubblicato sulle pagine web di Le Scienze (edizione italiana di Scientific American). Il blog ha vinto il Premio nazionale di divulgazione scientifica nel 2016. Daniele Bortoli si è laureato in Fisica presso l'Università di Bologna nel 1998 e ha completato il dottorato in Fisica dell'Atmosfera presso l'Università di Évora nel 2005. Dal 2008 alla fine del 2013 ha ottenuto un contratto di ricerca “Ciência 2007”, ospitato dall'Évora Geophysics Center (CGE). Dal 2013 al 2018, ha detenuto un contratto come ricercatore principale presso l'Università di Evora. Attualmente è professore di Fisica ed Elettronica al dipartimento di Fisica dell’Università di Evora. Dal 2007 è incaricato di ricerca non dipendente presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del Consiglio Italiano delle Ricerche. Nel 2007 (anno polare internazionale) DB ha partecipato alla creazione del programma polare portoghese e dal 2015 è il delegato portoghese per l'Atmospheric Working Group nello IASC (International Arctic Science Commitee) e nello SCAR (Scientific Commitee for Antarctic Research). Ha intrapreso collaborazioni scientifiche con i progetti antartici in Italia, India, Bulgaria e Nuova Zelanda. Bortoli è la persona di contatto portoghese per la rete europea ACTRIS (Aerosol Cloud and Trace Gases Research InfraStructure). I suoi principali campi di ricerca sono la fisica e la chimica dei composti atmosferici, aerosol e gas alle alte / medie latitudini, il buco dell'ozono in Artide e Antartide e la caratterizzazione della radiazione solare. Inoltre, Daniele Bortoli sviluppa strumentazione di telerilevamento per lo studio della composizione atmosferica. Ha preso parte a numerose campagne di misura inserite in progetti nazionali ed internazionali, incluse 6 spedizioni antartiche. Svolge periodicamente attività di revisione, partecipa a giurie accademiche e ha maturato esperienze di insegnamento, tenendo diversi corsi presso l'Università di Evora. È autore e co-autore di circa 200 publicazioni di cui 101 indicizzate nel database Scopus. (aise)


17/03/21

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

ULTIME news TV

ULTIME news TV

RASSEGNE STAMPA ITALIANI ALL'ESTERO TV

EUROPA

EUROPA

CATEGORIA INFORMAZIONI ITALIANI ALL'ESTERO EUROPA

AMERICA NORD

AMERICA NORD

Categoria AMERICA NORD clic su foto

AMERICA SUD

AMERICA SUD

Categoria SUD AMERICA

EUROPA
AMERICA DEL SUD
NORD AMERICA
AFRICA
S.O.S
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube