LA COMPLESSITA’ DEL FENOMENO MIGRATORIO - ITALIANI ALL'ESTERO

Negli ultimi 15 anni, il numero di persone che ha lasciato l’Italia è aumentato di oltre il 70 per cento e gli iscritti all'Aire, cioè l’anagrafe degli italiani residenti all’estero, sono passati da poco più di 3 milioni a oltre 6 milioni e rappresentano più del 10 per cento della popolazione residente in Italia..

Gli italiani emigrati laureati sono aumentati del 23% in un quinquennio. La presenza italiana nel mondo, come fotografato dal Rapporto 2020 Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes, è soprattutto meridionale (2,6 milioni, 48,1%) di cui il 16,6% (poco più di 908 mila) delle Isole; quasi 2 milioni (36,2%) sono originari del Nord Italia e quasi 861 mila (15,7%) del Centro. “I dati ci hanno permesso di sdoganare due errori di narrazione”, spiega Delfina Licata, sociologa e curatrice del rapporto Italiani nel mondo della Fondazione Migrantes. Il primo riguarda il titolo di studio: “oltre agli altamente qualificati c’è anche chi si è spostato alla ricerca di lavori generici”, afferma Licata. Il secondo errore di narrazione è quello secondo il quale si parte soprattutto dal nord. “Quando andiamo a disaggregare il dato vediamo quanto impatta la mobilità nei contesti del meridione - sottolinea Licata -. Al sud ci sono anche fenomeni di migrazione interna e il vero divario si gioca tra città e aree interne. La nuova mobilità va raccontata con le giuste parole e nel rispetto della complessità. E’ fondamentale rimettere al centro la persona migrante ed è necessario uno studio continuo”.


(NoveColonneATG) Roma

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

ULTIME news TV

ULTIME news TV

RASSEGNE STAMPA ITALIANI ALL'ESTERO TV

EUROPA

EUROPA

CATEGORIA INFORMAZIONI ITALIANI ALL'ESTERO EUROPA

AMERICA NORD

AMERICA NORD

Categoria AMERICA NORD clic su foto

AMERICA SUD

AMERICA SUD

Categoria SUD AMERICA

EUROPA
AMERICA DEL SUD
NORD AMERICA
AFRICA
S.O.S
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube