top of page

Bruxelles : Rotary Club, Regione Lazio e Anfi aiutano i giovani portatori di handicap

BRUXELLES – “I fondi Ue 2021-2027 - Opportunità e sfide per le imprese del Lazio e Italiane” è stato il tema del seminario tenutosi giovedì 15 giugno, presso la sede delle Regione Lazio a Bruxelles. Organizzato dal Rotary Club di Bruxelles Ovest (RCBO), nella persona dell’avvocato Michela Velardo, partner dello studio “IB Legal”, e dal direttore dell’Ufficio della Regione Lazio a Bruxelles, Andrea Ciaffi, che hanno aperto l’evento assieme al presidente del Club, l’italo-franco-svizzero Renzo Bortolussi.

L’evento, che ha suscitato grande interesse da parte di diversi operatori economici e rappresentanti delle istituzioni italiane a Bruxelles, e in particolare del Lazio, in presenza o collegati in streaming, è stato un’occasione importante per decriptare le difficoltà amministrative che, a volte, scoraggiano l’accesso ai finanziamenti Ue. Soprattutto da parte delle PMI.

L’architetto Rossella Rusca, esperta di sviluppo regionale e pianificazione territoriale, ha trattato il tema della politica regionale dell'UE 2021-2027. Con particolare riferimento all’innovazione ed al “fare rete” per sostenere la crescita intelligente e lo sviluppo territoriale sostenibile.

All'evento, moderato da Velardo, oltre a quelli forniti dall’architetto Rusca (che ha partecipato ai negoziati relativi ai fondi UE 2021-2027, in qualità di attaché del Dipartimento della Presidenza del Consiglio de Ministri presso la Rappresentanza permanente presso l'Unione Europea), vanno segnalati anche i preziosi contributi forniti da Barbara Di Piazza, capo del segretariato tecnico congiunto del programma di cooperazione territoriale ADRION.

L’iniziativa del Rotary Club di Bruxelles Ovest (RCBO), in collaborazione con l’ufficio di Bruxelles della Regione Lazio, aveva come obiettivo quello di ampliare la conoscenza delle politiche dell'Unione Europea per la crescita economica, sociale e territoriale. Si inserisce nello spirito internazionale ed europeo del RCBO, ed in particolare nei suoi stretti rapporti con la comunità italiana. E segue l’iniziativa dell’ambasciatore Francesco Genuardi, oggi capo di Gabinetto del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale Antonio Tajani. Il quale, quando era ambasciatore d’Italia in Belgio, nel luglio del 2021, per consolidare il sistema Italia a Bruxelles, ha voluto ospitare presso la propria residenza, oggi occupata dalla bravissima collega che gli è succeduta, l’ambasciatore Federica Favi, la cerimonia del passaggio di consegne tra i Presidenti 2020-2021 e 2021-2022 del RCBO. La ragione non era stata solo che il RCBO è uno dei club Rotary più antichi del Belgio, e che da anni ha diversi membri italiani, oltre che rapporti di amicizia con molti club italiani, ed un rapporto privilegiato con il Rotary Club di Firenze Est. Ma anche il fatto che, negli anni rotariani 2021-2022 e 2022-2023, il Club è stato presieduto da due italiani: il generale in congedo della Guardia di Finanza Alessandro Butticé, e l’attuale presidente Renzo Bortolussi.

Ed in questo spirito di amicizia belgo-italiana, l’avvocato Michela Velardo, celebre difensore innanzi la Corte di Giustizia dell’Ue, in numerosi contenziosi, di tanti funzionari delle istituzioni europee, e di imprese in materia di finanziamenti Ue, oltre che prima donna a fare parte del Club, ha dedicato molte energie a questo evento. In quanto, nello spirito di assistenza ai più bisognosi - che è una delle principali ragioni di essere del Rotary Club di Bruxelles Ovest - i proventi derivanti dalle offerte versate, o che verranno versate sul conto del club, dai partecipanti, che hanno beneficiato tutti di registrazione ed accesso gratuito all’evento, andranno interamente in beneficienza. Saranno infatti interamente destinate alla Maison Bleue di Bruxelles, che è un centro di accoglienza diurno per giovani portatori di gravi handicap mentali.

Il presidente Renzo Bortolussi, dopo essersi congratulato con l’avvocato Velardo per l’eccellente organizzazione ed il successo dell’evento, e non prima si avere ringraziato il Direttore dell’Ufficio di Rappresentanza della Regione Lazio a Bruxelles, Andrea Ciaffi, ha spiegato le finalità della Maison Bleue. Ha inoltre ringraziato i numerosi partecipanti, presenti o collegati in streaming, per il grande interesse dimostrato alla conferenza. Si è anche detto certo che, ognuno di loro, non avrebbe mancato di dimostrare la propria gratitudine per l’evento cui hanno partecipato, nell’offrire un sia pure simbolico contributo, in cambio del servizio ricevuto a titolo gratuito (anche da parte degli oratori), a favore di giovani che hanno molto bisogno. Giovani che, considerata la grande comunità italiana esistente in Belgio, possono essere anche di origine italiana.

Il Generale Alessandro Butticé, oltre ad essere il “Past President” del Rotary Club di Bruxelles Ouest, è anche il presidente fondatore della Sezione Anfi (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia) di Bruxelles-Unione Europea. In tale veste, ha dichiarato di essere fiero di essere riuscito a coinvolgere anche la sezione di Fiamme Gialle Europee, in questa gara di generosità. Non solo attraverso la collaborazione offerta dal Direttore dell’Ufficio della Regione Lazio di Bruxelles che, quale tenente di complemento della Guardia di Finanza, é socio della Sezione, come il Generale Pierpaolo Rossi, che è pure membro del RCBO. Ma anche per avere ricevuto l’unanime ed immediato consenso, da parte del consiglio di Sezione, alla sua proposta di offrire un pur simbolico contributo da parte della sezione, oltre ad altri versati a titolo individuale, a favore della Maison Bleue, in occasione della conferenza del RCBO sui fondi Ue.

“Sono fiero di presiedere una sezione ANFI che, oltre ad essere l’unica all’estero, e ad avere tra i suoi soci benemeriti anche il vicepremier e ministro Antonio Tajani, è sempre tra le prime nelle gare di generosità a favore dei più bisognosi. Nel 2024, quando la Guardia di Finanza celebrerà 250 anni dalla sua fondazione, la nostra sezione celebrerà i suoi primi dieci anni di vita. E quello di essere stata sempre una delle sezioni ANFI più generose in assoluto, in occasione degli aiuti ai più bisognosi, come le vittime del terremoto di Amatrice, della pandemia, e dell’alluvione nella regione belga di Liegi, è tra gli elementi del nostro bilancio decennale che più ci renderà orgogliosi del nostro essere Fiamme Gialle europee e, quindi, autentici Patrioti italiani ed europei”, ha dichiarato.



(aise)

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

ULTIME news TV

ULTIME news TV

RASSEGNE STAMPA ITALIANI ALL'ESTERO TV

EUROPA

EUROPA

CATEGORIA INFORMAZIONI ITALIANI ALL'ESTERO EUROPA

AMERICA NORD

AMERICA NORD

Categoria AMERICA NORD clic su foto

AMERICA SUD

AMERICA SUD

Categoria SUD AMERICA

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube
EUROPA
AMERICA DEL SUD
NORD AMERICA
AFRICA
S.O.S
logo-italiani-all-estero-2.png
bottom of page