top of page

Bruxelles : la Commissione Ue inaugura il Centro europeo per la trasparenza algoritmica

BRUXELLES - Il Centro europeo per la trasparenza algoritmica (ECAT) sarà inaugurato ufficialmente domani dal Centro comune di ricerca della Commissione a Siviglia, Spagna.

L'evento riunirà rappresentanti delle istituzioni dell'UE, del mondo accademico, della società civile e delle imprese per discutere le principali difficoltà e l'importanza, a livello di società, di disporre di una vigilanza sull'utilizzo dei sistemi algoritmici. A seguito di un videomessaggio del commissario per il Mercato interno Thierry Breton, al pubblico sarà offerta una panoramica approfondita dei lavori attuali e previsti dell'ECAT, tra l'altro grazie a una presentazione preliminare del suo potenziale con dimostrazioni in diretta.

Il ruolo dell'ECAT a norma del regolamento sui servizi digitali

Il regolamento sui servizi digitali prevede requisiti in materia di gestione dei rischi per le imprese designate dalla Commissione europea come piattaforme online di dimensioni molto grandi e motori di ricerca online di dimensioni molto grandi. In di questo quadro, le piattaforme designate dovranno individuare, analizzare e attenuare un'ampia gamma di rischi sistemici, dal modo in cui i contenuti illegali e la disinformazione possono essere amplificati mediante i loro servizi, fino all'impatto sulla libertà di espressione o sulla libertà dei media. Analogamente, dovranno essere valutati e attenuati i rischi specifici relativi alla violenza di genere online e alla protezione dei minori online e della loro salute mentale. I piani di attenuazione dei rischi delle piattaforme e dei motori di ricerca designati saranno oggetto di un audit e di una vigilanza indipendenti da parte della Commissione europea.

L'ECAT fornirà alla Commissione competenze tecniche e scientifiche interne per garantire che i sistemi algoritmici utilizzati dalle piattaforme online e dai motori di ricerca di dimensioni molto grandi rispettino i requisiti in materia di gestione e attenuazione dei rischi e di trasparenza previsti dal regolamento sui servizi digitali. Si tratta in particolare di effettuare analisi tecniche e valutazioni degli algoritmi. Una squadra interdisciplinare composta da esperti di dati, intelligenza artificiale, scienze sociali e diritto combineranno le rispettive competenze per valutare il funzionamento degli algoritmi e proporre le migliori pratiche per attenuarne l'impatto. Questo sarà fondamentale per garantire un'analisi approfondita delle relazioni di trasparenza e dell'autovalutazione dei rischi presentate dalle imprese designate e per effettuare ispezioni dei loro sistemi ogniqualvolta la Commissione lo richieda.

Questa missione non potrebbe essere realizzata senza un'adeguata capacità di ricerca e previsione, un altro aspetto inerente all'approccio dell'ECAT. I ricercatori del JRC si baseranno, sviluppandole ulteriormente, sulle loro competenze di lunga data nel settore dell'intelligenza artificiale (IA), che hanno già svolto un ruolo fondamentale nella preparazione di altri importanti atti normativi, come la legge sull'IA, il piano coordinato sull'intelligenza artificiale e la sua revisione del 2021. I ricercatori dell'ECAT non si concentreranno solo sull'individuazione e sulla gestione dei rischi sistemici derivanti dalle piattaforme online di dimensioni molto grandi e dai motori di ricerca online di dimensioni molto grandi, ma esamineranno anche l'impatto sociale a lungo termine degli algoritmi.



(aise)

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

Gruppo Facebook ITALIANI ALL'ESTERO TV

ULTIME news TV

ULTIME news TV

RASSEGNE STAMPA ITALIANI ALL'ESTERO TV

EUROPA

EUROPA

CATEGORIA INFORMAZIONI ITALIANI ALL'ESTERO EUROPA

AMERICA NORD

AMERICA NORD

Categoria AMERICA NORD clic su foto

AMERICA SUD

AMERICA SUD

Categoria SUD AMERICA

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube
EUROPA
AMERICA DEL SUD
NORD AMERICA
AFRICA
S.O.S
logo-italiani-all-estero-2.png
bottom of page