Sono un paragrafo. Fai clic qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. È facile. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono un paragrafo. Fai clic qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. È facile.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono un paragrafo. Fai clic qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. È facile. 

 13 luglio alle ore 10:31Rimuovi

 

Alessandro Signore Ho fatto l'università a York quattro anni fa (sono stato a Manchester in vacanza qualche volta quando vivevo lì) ed ora dopo essere stato qui per un anno me ne sto tornando di nuovo in Italia. Vedo un paese molto degradato, pieno di sporcizia, crimine e molta molta povertà - se non lo si riesce a vedere mi sa tocca aprire gli occhi. In Italia da nord a sud vedi gente per strada, ma mi duole il cuore dirlo, la maggior parte di loro non sono italiani, sono persone che sono spesso venute nel paese illegalmente; qui invece trovi per strada solo persone del luogo per i quali questo paese non fa nulla, anzi quando un britannico trova uno per la strada che dorme gli da pure un calcio (visto con i miei occhi, umanità zero). È vero che molti hanno problemi a trovare un lavoro in Italia, ma dipende anche dal settore (io nel mio campo, IT, non ho mai avuto problemi a trovare lavoro in una quindicina di giorni). Per il tema tasse, ho vissuto da solo in un appartamento sia qui che in Italia e devo dire che anche se mi costeranno 10 sterline in meno la luce e il gas, qui la council tax è parecchio salata, quindi non scherzo quando dico che dopo che la paghi arrivi allo stesso stesso stipendio che prendo in Italia. Mi trovo infine pienamente d'accordo con Giuliana Buonanno per lo stile di vita, qui chiedi ai colleghi cosa hanno fatto nel weekend e quello che ti rispondono è quasi sempre: "venerdì sera mi sono sfasciato e il giorno dopo ero in sbornia"; questo perché non ci sono un granché di alternative e, per usi e costumi del paese, qui se non bevi non hai niente di che. Infine stendiamo un velo pietoso su NHS che è meglio. Per concludere a settembre torno a vivere e lavorare in Italia.

Mi piace

 · Rispondi · 

7

 · 14 luglio alle ore 8:12 · ModificatoRimuovi

Nascondi 58 risposte

 

Giuseppe Edoardo Sanfilippo E vai pure all'università?

Mi piace

 · Rispondi · 14 luglio alle ore 8:27Rimuovi

 

Alessandro Signore "Ho fatto" implica nel passato.

Mi piace

 · Rispondi · 

1

 · 14 luglio alle ore 8:29 · ModificatoRimuovi

 

Joe Giuseppe Giannini Bravo,la migliore scelta che tu possa fare...lavoro nel NHS,è posso dirti che è uno schifo della madonna...ed è confermato anche da dottori italiani! E non solo. Non parliamo delle indiscriminazioni che fanno verso gli stranieri! Credo che ti seguirò anch'io dopo l'estate.

Mi piace

 · Rispondi · 

1

 · 14 luglio alle ore 12:07 · ModificatoRimuovi

 

Giuseppe Edoardo Sanfilippo Mah...
Personalmente e dico personalmente ...dico ciò 
Non approvo il sistema dei GP ma x sentito dire non tutti sono uguali ad ogni modo sempre personalmente non posso lamentarmi della NHS mio figlio è asmatico mia moglie ha partorito a Manchester da pochi mesi io sono stato appena operato ad un ginocchio e posso affermare che sono stati i medici e staff molto professionali sia come strutture che come staff

Mi piace

 · Rispondi · 

1

 · 14 luglio alle ore 22:49Rimuovi

 

Barbarella Bonvento Fanno bene a fare indiscriminazioni. O forse preferivi il contrario?

Mi piace

 · Rispondi · 

2

 · 14 luglio alle ore 22:50Rimuovi

 

Alessandro Signore Barbarella Bonvento credo che intendesse "discriminazione", un errore di battitura può capire a tutti o dobbiamo sempre aggrapparci alle piccolezze e perdere di vista il punto della conversazione? Giuseppe Edoardo Sanfilippo diciamo che prima di iscrivermi dal GP dove sono ora ne ho girati un bel po' proprio perché dei miei amici britannici mi hanno detto di andare e chiedere il tempo di attesa quando si cerca di prendere un appuntamento perché così si capisce in quanto tempo si è "serviti", purtroppo tutti quelli della mia zona mi hanno sempre detto almeno una settimana, tranne per quello col quale sono andato che mi ha detto in giornata - anche se poi quando ho chiamato è stato in giornata solo una volta. Non parlo di come possa essere il personale in un ospedale, per me per delle cose che potrebbero essere risolte altrove non bisognerebbe neppure andare in ospedale (non sono i tuoi casi chiaramente). I walk-in centres are a joke (per usare un inglesismo), servono quasi sempre a poco perché in molti sono gestiti da infermieri che quindi non possono prescrivere nulla (chiaro che non è così se la tua practice ha il walk-in centre, parlo dei walk-in centres puri), mentre i GP ci impiegano anche una settimana per darti un appuntamento. Qui questi due purtroppo per me da italiano che in Italia va dal medico curante quando vuole, non vanno. Poi sicuramente dal punto di vista del medico curante qui il lavoro sarà più semplice visto che qui dopo che chiudono ti attacchi se ti viene qualcosa (in Italia invece hai anche il loro numero per emergenze) e finisci a dover andare in ospedale se puoi perché ad aspettare un'ambulanza qui arrivano che sei già stecchito.

Mi piace

 · Rispondi · 14 luglio alle ore 23:44Rimuovi

 

Barbarella Bonvento Alessandro Signore, io abitavo a Bologna, i miei abitano ancora lì, per cui non in un paesino sperduto. Per andare dal medico curante, devono prenotare ed aspettare. Per non parlare delle varie investigazioni mediche. Io penso tu stia dicendo delle fandonie.

Mi piace

 · Rispondi · 15 luglio alle ore 0:27Rimuovi

 

Alessandro Signore Nato a Lecce, vissuto sia a Milano che Roma e mai dovuto prenotare per andare da un medico curante: arrivi, aspetti e vieni servito. Barbarella Bonvento che il vostro medico di famiglia fosse atipico non significa che siano tutti così! Il problema è che qua invece sono tutti così.

Mi piace

 · Rispondi · 15 luglio alle ore 7:26Rimuovi

 

Barbarella Bonvento il mio GP a Manchester può essere chiamato di mattina tra le otto e le nove e prendi appuntamento il giorno stesso. In caso non avessero appuntamenti disponibili, ti fanno avere un appuntamento con GP in zona oppure a Wythenshawe. Che il tuo GP sia atipico, non significa tutti siano così.

Mi piace

 · Rispondi · 15 luglio alle ore 8:09Rimuovi

 

Alessandro Signore Credo che il mio sia nella norma e per tua fortuna il tuo sia atipico. Comunque resta il fatto che se ti senti poco bene dopo le 9.00 non riesci a far nulla senza appuntamento. In Italia - per mia esperienza - di solito la mattina è senza appuntamento mentre nel pomeriggio è con appuntamento e anche in quel caso riesci comunque a farcela in un giorno perché in Italia per legge un medico di base non può avere più 1500 pazienti, qui invece una practice può anche averne 9000 con uno/due medici quindi statisticamente parlando hai più possibilità di essere visto in Italia anche da quello più incasinato. Da quel che mi è sembrato di capire non ci siano limiti qui sul numero di pazienti o se ci sono, sono molto elevati rendendo il servizio di scarsa qualità.

Mi piace

 · Rispondi · 15 luglio alle ore 9:30Rimuovi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube